Woman's Experiences

Le ” Mamme se piove non esco”

29 dicembre 2016
bad-moms-mamme-se-piove-non-esco-mammeaspillo-just4mom-mammemultitasking-mammefashion

Altrimenti dette mamme ansia, le “Mamme se piove non esco” appartengono a quella categoria del genere femminile riprodotto che vive in uno stato paranoico eccessivo e che cerca di contagiare anche te!


A chi vive ai tropici che con 20 gradi dice “mamma mia che umidità, oggi stiamo a casa prima che si prenda l’influenza!”, vorrei spiegare che i bambini nascono, crescono e vivono benissimo anche in Sudtirol (per non dire in Alaska).

Le “Mamme se piove non esco” sono quelle che “non posso!

Mio figlio alle 9 fa colazione, alle 13 pranza, alle 16 fa merenda e alle 20 cena” e quindi scusa per vederti devo prendere appuntamento come dal dentista o il numerino come in salumeria?
Per non parlare di quando il bollettino annuncia condizioni meteo variabili (e dico variabili non avverse). Allora lì il bambino viene relegato a casa una settimana prima e una dopo perché “non si sa mai si prenda l’influenza”. Sull’argomento ho notato però che esiste una grande enorme eccezione. Stiamo parlando delle Mamme dipendenti  da centri commerciali che se c’è qualche nuvola la usano come scusa per non portare il figlio ai giardinetti, e rinchiuderlo all’Esselunga, al Fiordaliso o all’Ikea. Ecco in questo caso, ci fosse qualche bambino in ascolto, vi segnalo il numero del telefono azzurro.
Ma parliamo poi vi prego delle Mamme che dopo il vaccino stanno a casa per un numero indeterminato di giorni (che solitamente varia da 3 a 7) senza che il bambino abbia alcun sintomo, perché “sennò si prende la febbre”. Beh care mamme, forse dovreste farvi spiegare meglio dal vostro pediatra che se viene un po’ di febbre nelle ore successive alla vaccinazione è a causa ed effetto del vaccino stesso per cui non è che portandolo fuori aumenteranno le probabilità! Anzi portarli a fare un giro (certo non un viaggio a Timbuktu) li aiuterà a rilassarsi e distrarsi nel caso accusino un pó della consueta irritabilità!
Va da se l’argomento asilo (uuuuuu ci si potrebbe scrivere un libro). Ok, se non c’è necessità, sono d’accordo che non ci sia bisogno di spedire il neonato al nido, ma ad un certo punto della sua esistenza, dovete capire che la socializzazione è vitale per loro!

Ho visto bambini che non sanno stare con gli altri bambini!

Bambini che stanno tutto il giorno con i grandi e parlano come i grandi, si muovono come i grandi, si agitano come i grandi! Insomma imitano in tutto e per tutto i grandi e non esiste niente di più sbagliato che possiamo fare per loro! Ho visto (cose che voi umani non potete nemmeno immaginare!) bambini che, al posto di vivere le loro giornate a contatto con la natura, al parco, al mare, a giocare a palla, a prendere spintoni dagli altri bimbi, hanno come massima aspirazione quella di aiutare la mamma a fare le pulizie e le chiedono di spazzare il pavimento insieme a lei.
Sono le stesse mamme che ti dicono “lo sai se lo mando all’asilo tutto quello che si prende?”… care mamme, tutto quello che si dovrà prendere se lo prenderà come abbiamo fatto tutti, come è normale che sia! E non sarà un raffreddore ad ucciderlo, piuttosto la vostra smodata ossessione!
Insomma, ci sono mamme i cui figli fra un pó frequentano direttamente le scuole medie, che se devono pensare ad una pappa fuori casa gli si scombussola la giornata, che l’inverno se lo passano incollate davanti a Barbara D’Urso ed i cui figli per Natale chiedono il Mocio Vileda al posto delle figurine Panini.
E care “Mamme se piove non esco” noi vi salutiamo e ringraziamo e, mandandovi un grande CIAONE, andiamo a scoprire la vita! 😎😎😎😎😎😎

N.B.: Attenzione siamo tutte un po’ mamme ansia a volte, ognuna con le proprie fissazioni e convinzioni spesso e volentieri fondate soltanto su come ci svegliamo la mattina, ma questo si sa e ci conviviamo anche bene, fintanto che i nostri mariti non ci prendono in giro fino all’esasperazione!
Ma appunto, per fortuna lo siamo solo certe volte!
#quandoètroppoètroppo 👎🏻👎🏻👎🏻

 

Laura

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Come in tutto il Web, utilizzando il blog, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Ciao Mamma! Questo sito, come il resto dei siti presenti sul Web, utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Questa cosa è sempre esistita, ma UE vuole che te lo facciamo comunque presente. Continua a utilizzare questo blog senza modificare le impostazioni dei cookie o clicca su "Accetto" permettendo il loro utilizzo.

Chiudi