Lifestyle & News

130 bambini intossicati alla mensa scolastica: non possiamo stare tranquille neanche quando sono a scuola!

6 giugno 2018
bambini-intossicati-scuola-mamme-blogger-just4mom

Da venerdì 1 Giugno a Pescara sono 130 i bambini intossicati che si sono recati al Pronto Soccorso in seguito a dei brutti malori malori.

I fatti

Insieme ai bambini, anche 6 maestre di 7 scuole diverse delle provincia. Non vi è dubbio che ad aver provocato i malori sia stato il cibo della mensa scolastica smistato dallo stesso centro di cottura che serve le mense delle scuole. Come, dalle prime indagini espletate, non vi è dubbio che alunni e insegnanti siano stati colpiti da un’infezione batterica anche se, come fa sapere la Asl di Pescara, al momento “i campioni sottoposti a coltura non hanno dato esito di positività”.

Ma insomma qualcosa deve essere pur successo?! Inizialmente si era pensato alla salmonella, ma quest’ipotesi è stato subito scartata per diversità dei sintomi manifestati dai piccoli pazienti.

Dalla Asl è stato attivato subito un ambulatorio per i circa 70 pazienti dimessi in tempi brevi, mentre gli altri sarebbero stati ricoverati per più giorni.

La procura di Pescara ha così aperto sul caso un fascicolo contro ignoti. Sono comunque ancora in corso tutte le analisi del caso sui campioni di cibo. I Nas hanno prelevato alcuni campioni nel centro di cottura che serve le varie mense delle scuole e l’istituto zooprofilattico li sta ancora analizzando. Il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, a scopo precauzionale ha emanato un’ordinanza per sospendere il servizio di mensa nelle scuole comunali, fino a che non interverranno i dovuti chiarimenti.

Nei giorni precedenti alla vicenda, i bambini avrebbero mangiato pasti a base di carciofi, uova, insalata, alici e tacchino.

Sarebbe uno di questi cibi ad aver scatenato l’intossicazione.

Le riflessioni

Non si può mai stare tranquilli. A questi bambini poteva anche succedere qualcosa di ben più grave, non che grave non sia quanto accaduto, visto che molti di loro sono stati ricoverati anche per più giorni. Paghiamo le nostre scuole, pubbliche o private che siano, e pretendiamo che i controlli su tutto ciò che riguarda il funzionamento della struttura, compreso il servizio mensa, subisca seri e severi controlli. Che ciò non accada suscita sgomento. Per le famiglie coinvolte e per tutti quanti noi che non possiamo sentirci tranquilli neanche quando la mattina li accompagniamo a scuola.

Ma perché?!

Laura

Fonte notizia: Corriere della Sera 2.06.2018

You Might Also Like

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei visitatori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.