Lifestyle & News

Lavaggi nasali: siamo sicure che servano a qualcosa?

7 gennaio 2018
Lavaggi nasali di acqua e sale: siamo sicure che servano a qualcosa?

I lavaggi nasali sono diventati, negli ultimi tempi, una risoluzione rapida per la pulizia del nasino del neonato, soprattutto quando si pensa abbia il raffreddore o del muco persistente.
Ma è possibile che i neonati siano sempre e tutti raffreddati? E siamo sicure facciano bene?

E’ di certo una soluzione rapida, sterile, ma anche molto cara presente – oramai – nelle maggior parti delle abitazioni in cui c’è un bambino. Ma è davvero la soluzione al raffreddore?

Lavaggi nasali: cosa sono?

I lavaggi nasali si effettuano a mezzo di una soluzione fisiologica, da sempre esistita, che viene prodotta e distribuita all’interno degli ospedali per uso veicolare e per la pulizia di mucose ostruite da pus e/o secrezioni. Le bottigliette originali contengono le soluzioni in confezioni da mezzo oppure un litro (ormai si trovano in commercio anche formati monodose).

Ebbene pare che oggi, dopo un’attenta analisi di marketing, si sia pensato bene di creare delle bottiglie che contengano meno soluzione salina – vendendole in confezioni da dieci,  istruendo a dovere i genitori sul fatto che siano indispensabili per la salute del neonato. Ma è davvero così?

Una cosa è l’utilizzo all’interno di una struttura ospedaliera quando il soggetto lo necessita, un’altra è un impiego azzardato del lavaggio nasale ogni volta che si è in preda all’ansia.

Lavaggi nasali: i bambini sono tutti raffreddati?

Tornando nuovamente al discorso del marketing, una pubblicità mirata e molto efficace ha fatto in modo di convincere le mamme più ansiose che i neonati abbiano bisogno di aiuto nel liberare il proprio nasino dal muco.

Lavaggi nasali di acqua e sale: siamo sicure che servano a qualcosa?

Effettivamente, visto che i bambini iniziano a soffiarsi il naso da soli verso i due anni, risulta logico che sia necessario effettuare una manovra risolutiva per liberarlo dal muco quando non sono in grado di farlo da soli.

Solo che i pediatri hanno notato che, a seguito del boom nella distribuzione di lavaggi nasali, i neonati sono sempre raffreddati – senza pausa. Gli stessi evidenziano oltretutto che sia una cosa impossibile, soprattutto durante i primi mesi di vita.

Lo stesso marketing ha fatto leva sul fatto che i neonati – da sempre – abbiano un respiro rumoroso e spesso e volentieri sembra abbiano difficoltà respiratorie, soprattutto durante la nanna: non è cosi in realtà, ma solo una normale modalità di respiro svolta dal piccolo.

Insomma, sembra che i lavaggi nasali non siano altro che una manovra pubblicitaria ben fatta, che hanno un costo oltre il limite del budget di ogni famiglia e sostanzialmente non servono a nulla.

Se il bambino è malato sarà il pediatra stesso a confermalo, in caso contrario lasciate andare ansie e paure ma soprattutto tenete chiuso il portafoglio.

Fonte foto: Pixabay
Fonte articolo: www.uppa.it/medicina/malattie-e-disturbi/lavaggi-nasali-soluzione-fisiologica/

You Might Also Like

No Comments

E tu cosa ne pensi?

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Come in tutto il Web, utilizzando il blog, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Ciao Mamma! Questo sito, come il resto dei siti presenti sul Web, utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Questa cosa è sempre esistita, ma UE vuole che te lo facciamo comunque presente. Continua a utilizzare questo blog senza modificare le impostazioni dei cookie o clicca su "Accetto" permettendo il loro utilizzo.

Chiudi