Lifestyle & News

Viaggiare con i bambini in aereo: tutto quello che bisogna sapere prima di partire

3 novembre 2018
bambini-in-aereo-mamme-blogger-just4mom

Affrontare un viaggio con i bambini in aereo è sempre grande fonte di preoccupazione per noi  genitori. Abbiamo timore che possano fare i capricci o non tollerare la pressurizzazione o gli spazi piccoli. Ma allora, come fare?

Portare i bambini in aereo per un viaggio corto o lungo, può comportare qualche problematica di carattere organizzativo e non solo. Per una mamma è una grande fonte di stress, ma è opportuno organizzarsi quanto prima cosicché tutto possa andare secondo i piani.

Leggi anche: Salviettine per bambini senza alcol – parabeni e sapone!

Bambini in aereo: consigli pratici

  • Trasporto liquidi per bambini

Ogni compagnia aerea e ogni aeroporto ha delle regole ben precise e differenti in merito al trasporto di liquidi e pappe per bambini. Il consiglio è quello di rivolgersi per tempo agli addetti, chiedendo come comportarsi e cosa poter portare a bordo; in alcuni casi specifici – come il latte per i bambini – le compagne consentono di superare i 100 ml per agevolare le mamme. Io ad esempio ho sempre portato addirittura l’intero bric da 470 ml e nessuna compagnia e nessun aeroporto mi ha mai fatto storie.

Leggi anche: Perché scegliere il cibo biologico per bambini – HiPP Biologico

  • Check-in

E’ regola di ogni compagnia aerea e ogni aeroporto far accomodare all’interno dell’aereo famiglie con bambini prima di tutti gli altri (secondi solo alle persone diversamente abili). Per quanto riguarda il check-in, il consiglio è di farlo direttamente online così da dover solamente sbrigare le pratiche per l’imbarco delle valige e controlli di sicurezza. Attenzione però ad alcune compagnie low cost: con Ryanair non ho avuto questa priorità ed è stato veramente pesante fare tutta la fila con Lavinia che correva a destra e sinistra. Anche in questo caso, vi consiglio di verificare di avere la priorità prima di partire ed eventualmente di acquistarla, soprattutto se viaggiate da sole.

  • Valigia a bordo

Anche in questo caso le regole variano a seconda della compagnia scelta, ma è anche vero che è sempre permesso avere una borsa da portare a bordo. Preparate un borsone unico che non superi il peso indicato (meglio uno zaino), con pannolini, acqua, latte, salviette, ciuccio, capi di abbigliamento per eventuale cambio e giocattolini per tenerli impegnati.

bambini-in-aereo-mamme-blogger-just4mom

E’ importante che il bagaglio da portare a bordo abbia solamente gli elementi indispensabili per il volo, calcolando preventivamente le ore di viaggio (e quindi senza esagerare): ogni peso in più, vi farà pentire di averlo portato!

  • Piccini e più grandi

I neonati potrebbero avere qualche problemino alle orecchie al momento del decollo e dell’atterraggio sia per la pressurizzazione e sia per gli sbalzi di pressione. Il consiglio quindi è quello di avvisare preventivamente il pediatra che potrebbe prescrivervi delle goccine e, una volta in aereo, farli ciucciare il più possibile latte, acqua o ciuccio che sia.

Fino ai due anni di età ai bambini non verrà assegnato un posto a sedere (non pagheranno infatti neanche il biglietto, ma solo le tasse aeroportuali) e staranno quindi in braccio a voi legati con una piccola cintura di sicurezza alla vostra. Inoltre, a pagamento, le compagnie aeree mettono a disposizione delle culle che vengono agganciate alla parete della prima fila, così da poter fare un viaggio lungo in totale comodità e senza il bambino in braccio. Questa informazione mi è stata confermata da varie compagnie aeree e fonti web ed, anche se non mi è mai capitato di vedere dal vivo queste culle, potrebbe essere una valida ragione per informarsi meglio.

Se il problema dei bambini più piccoli è più di organizzazione, per i bambini più grandi, onde evitare che gli altri passeggeri ci maledicano, diventa proprio una questione di sopravvivenza 😉 I più grandi, che godono del loro posto a sedere e del loro tavolino, hanno infatti bisogno di essere coinvolti in più attività, al fine di passare il tempo tranquillamente  – senza disturbare tutti i viaggiatori. Il consiglio è di scegliere il posto strategicamente, meglio se vicino al finestrino per far vedere le nuvole e inventarsi storie meravigliose; da non dimenticare album da disegno o tablet, con i suoi cartoni animati preferiti che risultano sempre alleati vincenti. Vi segnalo in merito che esistono varie applicazioni che vi consentono di vedere i video scaricati anche senza collegamento wi-fi ed in modalità aereo (io ad esempio ho scaricato “Total Files“)

Un consiglio invece per i bambini più irrequieti è la scelta del posto vicino al corridoio, così da poterli accompagnare a fare una passeggiata nei momenti più critici.

Leggi anche: I terribili due anni del bambino – come sopravvivere ai capricci!

  • Abbigliamento

I bambini che viaggiano in aereo potrebbero avere caldo – prima della partenza – e freddo post decollo, dovuto all’aria condizionata. Prediligere un abbigliamento comodo e a strati, così da potersi regolare in base a necessità e temperatura.

Volete scoprire quali sono le regole base da seguire per viaggiare con i bambini in aereo? Continuate a pagina 2.

Pagine: 1 2

You Might Also Like

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei visitatori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.