Gossip Mama

“Sposare Diana è stato un errore enorme”: le scioccanti rivelazioni del principe Carlo

4 novembre 2018

Vent’anni dopo la morte della principessa Diana, Carlo d’Inghilterra (70 anni il prossimo 14 novembre) sciocca il mondo con delle rivelazioni davvero forti raccolte dal corrispondente reale Robert Jobson che ne ha ricavato una nuova biografia, in libreria dal 1 Novembre “Charles At Seventy: Thoughts, Hopes And Dreams”.Nel libro il figlio di Elisabetta II si racconta come mai prima, rivelando il suo lato più privato a cominciare dal royal wedding con Diana celebrato il 29 luglio 1981.

Carlo d’Inghilterra, fra le varie, ha ammesso per la prima volta e a chiare lettere di aver sempre saputo che le nozze con lady D (praticamente obbligate dalle pressioni del padre Filippo) non avrebbero funzionato: “Ci siamo visti 12 volte prima di sposarci, non ero in grado di capire se Diana fosse la donna della mia vita. Ho desiderato disperatamente annullare quel matrimonio quando, durante il fidanzamento, ho scoperto quanto fossero pessime le prospettive, non avendo avuto alcuna possibilità di conoscere Diana in anticipo”.

Anche secondo quanto affermato da Robson pare che il principe si fosse reso conto ben presto della forte incompatibilità caratteriale tra lui e Diana. Lo scrittore ha infatti dichiarato che “Carlo trovava l’umore altalenante e irrazionale di Diana impossibile da affrontare. I due avevano difficoltà anche nel dialogo. Pare che Carlo se ne fosse reso conto quando, provando a spiegarle le sue abitudini quotidiane, Diana sembrava non afferrare ciò che lui le diceva”. E ciò, secondo Robson, sarebbe confermato anche dal fatto che il fidanzamento ufficiale fu accompagnato da due dichiarazioni del principe Carlo abbastanza esplicite: avrebbe confidato ad un amico che stava facendo “la cosa giusta per il Paese”; ai giornalisti che gli chiedevano se la coppia fosse innamorata, il principe rispose “Sì, qualunque cosa significhi innamorata”.

Pare anche che sia Carlo che Diana ci stessero ripensando: lui, il giorno prima del matrimonio, pianse alla finestra di Buckingham Palace. Lei confessò alle sue sorelle di non volersi più sposare, ma loro le dissero: “Bel guaio, è pieno di panni da cucina con la tua faccia”.

Quando la principessa Diana morì – si racconta – Carlo confidò agli amici di sentirsi in colpa per averla portata in un mondo che non era il suo, costringendola ad una vita che lei non era in grado di gestire. A quanto si legge dalla biografia, tutt’oggi Carlo si dice pieno di rimpianto per quanto accaduto tra lui e Diana, ma non dà la colpa a nessuno per l’insuccesso del matrimonio cui cercò di rimediare con il divorzio ottenuto nel 1996 e rivela: “Io non incolpo nessuno di tutto quello che è successo, sono state scelte sbagliate. Ora con Camilla sono felice”.


D’altronde la stessa Diana ha sempre definito il matrimonio da cui nacquero William e Harry e durato quindici anni, “un matrimonio affollato” riferendosi alla costante presenza di Camilla Parker Bowles nella vita di suo marito.

Carlo d’Inghilterra non ha mai fatto grande gossip e nemmeno il secondo matrimonio con Camilla è stato considerato uno scandalo esagerato, ma con questa biografia il pubblico riesce davvero ad entrare nel suo privato come mai prima ad ora ed a farsi un’idea più precisa del principe anche in relazione al rapporto con la tanto amata Diana che rimarrà sempre nei nostri cuori.

Alla prossima!

You Might Also Like

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei visitatori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.