Sesso in gravidanza: si può fare? Rischi e falsi miti

by Marilyn Aghemo

In generale fare sesso in gravidanza a livello psicologico fa molto bene alla coppia, sia per una questione di intimità e sia per fare in modo che la vita non cambi, nonostante il pancione. Ma la domanda che tutte ci poniamo è: può far male al bambino?

Sono tantissimi i miti da sfatare in merito al sesso in gravidanza e all’intimità di coppia che molto spesso sfuma per paura di far male al bambino. In moltissimi casi, inoltre, noi donne non ci sentiamo attraenti, ma goffe tanto da rinunciare e nasconderci. Vediamo insieme quali sono i benefici e come affrontare la situazione al meglio.

Leggi anche: Dolore durante il rapporto sessuale dopo il parto. Succede solo a me?

Quando fare sesso in gravidanza

Se la gravidanza si svolge in maniera normale, una coppia non dovrebbe rinunciare al sesso! L’argomento – a volte – può essere difficile da affrontare, ma il tutto si dovrebbe vivere in maniera assolutamente naturale sotto il controllo ed il consiglio del ginecologo che segue la gravidanza.

Sesso in gravidanza nel primo trimestre

Il primo trimestre è il più difficile da affrontare, considerando che lo sfasamento degli ormoni incide fortemente sul desiderio: la stanchezza e la nausea sono le principali protagoniste in questa fase, tanto che una futura mamma potrebbe ritrovarsi a non avere alcuna voglia di avere rapporti sessuali con il proprio partner. A tutto questo bisogna anche aggiungere un fattore psicologico che si manifesta soprattutto nel caso del primo figlio, con il timore che avere un rapporto sessuale possa danneggiare il feto o mettere a serio rischio la gravidanza.
In alcuni casi, però, avviene il contrario e l’aumento del progesterone non solo lubrifica le parti intime, ma le rende molto più sensibili – portando l’irrorazione del sangue in tutti i tessuti dell’organismo. Vero è che non pochi ginecologi sconsigliano i rapporti sessuali in questa prima fase della gravidanza, quindi affidarsi al parere del proprio specialista è di certo la cosa migliore da fare.

Leggi anche: Perché concepisco solo figli maschi o femmine? Come fare?

Sesso in gravidanza nel secondo trimestre

Una volta superati i delicati tre mesi, il desiderio torna a bussare alla porta: in questa fase la donna incinta è molto bella e attraente. Non solo, infatti è piena di energie e si sente quasi “onnipotente” dinanzi alle altre persone: per questo motivo la sua sensualità attira il partner e i rapporti sessuali diventano molto appaganti.

Ci sono alcuni casi in cui, però, ci possono essere delle resistenze dovute alle “contrazioni” che si avvertono durante e dopo l’orgasmo. Seppur di breve durata, potrebbero provocare un indurimento dell’utero percepito per alcuni minuti in maniera intensa.
Il consiglio è quello di rivolgersi al proprio ginecologo nel caso queste dovessero manifestarsi frequentemente o essere più fastidiose del normale.

Volete scoprire se si può fare sesso in gravidanza durante il terzo trimestre? Ed in generale se il sesso in gravidanza può far male al bambino? Proseguite a pagina 2.

Possono piacerti anche...

Questo sito Web utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa.  Accetto Leggi Tutto