Lifestyle & News

La mamma lavoratrice cresce i figli meglio della casalinga -La ricerca-

2 agosto 2018
mamma-lavoratrice-just4mom-mamme-blogger

È uno studio di qualche tempo fa a fornire questa inaspettata risposta: che la mamma lavoratrice si senta meno in colpa pertanto! Scopriamo insieme il perché.


Andiamo subito al sodo: sono risultati di una ricerca statistica e non corrispondono alle mie opinioni personali, però credo che riportare questo studio, che poi uno creda o no agli effettivi sviluppi nella pratica, possa rincuorare qualche madre che esce la mattina e torna la sera.

Secondo lo studio condotto dalla Harvard Business School avere una mamma lavoratrice significa imparare più in fretta il vero significato del sacrificio e guadagnare un approccio migliore al mondo del lavoro. Ciò comporterebbe quindi maggiori possibilità di avere successo nel mondo del lavoro: sia di essere selezionati e assunti che di fare carriera (la possibilità di trovare impiego da parte di figli di madri lavoratrici è superiore del 4-5% rispetto a chi non si è mai staccato dalla mamma).
Pensate che al 2015 nel mondo del lavoro il 33% era composto da individui con mamme lavoratrici, mentre solo il 25% da soggetti le cui madri non avevano un impiego.

IO MAMMA LAVORATICE NON CE L’HO FATTA! LA LETTERA CHE HA FATTO IL GIRO DEL WEB!

Ma non è tutto perché la ricerca condotta in 24 Paesi sulla base dei dati dati forniti dall’International Social Survey Programme, sostiene che i figli che hanno una mamma lavoratrice siano i più responsabili. Sarebbero infatti abituati fin da piccoli a rendersi più autonomi e collaborativi nei confronti degli altri componenti del nucleo familiare, nonché nella gestione delle faccende di casa.
Insomma, niente male no?

QUANDO SIAMO TROPPO ESAURITE PER GODERCI I NOSTRI FIGLI!

Noi mamme siamo sempre lì a crederci sbagliate: se lavoriamo, li stiamo abbandonando, se rinunciamo al lavoro, ci stiamo annullando per loro. A prescindere dalle ricerche scientifiche dovremmo capire l’importanza di darci pace ed essere orgogliose dei sacrifici che facciamo per i nostri figli a cui, lavorando oppure no, cerchiamo sempre di offrire il massimo con tutto il nostro cuore.

– Fonte articolo: La Repubblica- 

You Might Also Like

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei visitatori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.