Lifestyle & News

Allergie di primavera e bambini: i rimedi naturali

9 aprile 2018
Allergie di primavera e bambini: i rimedi naturali

Quando le allergie di primavera colpiscono i bambini, spesso ci chiediamo come agire e se esistono dei rimedi naturali che possano alleviare i vari fastidi come tosse, starnuti e occhi gonfi. Ma come fare per aiutarli?

Le allergie di primavera sono uno degli incubi della stagione, che non colpiscono solamente gli adulti ma anche i bambini. Vediamo insieme come evitare il più possibile il contatto diretto con alcuni vettori e quali sono i rimedi naturali per alleviare i disturbi classici.

Allergie di primavera: i rimedi naturali per i bambini

Le allergie di primavera sono sempre in agguato e, oggi più che mai, colpiscono i bambini anche in tenera età. Se si nota questa manifestazione per la prima volta è consigliabile recarsi dal proprio pediatra di fiducia, al fine di individuare da dove derivi il fastidio (come polline, per esempio) e il conseguente trattamento.

Allergie di primavera e bambini: i rimedi naturali

Se invece, il passaggio di cui sopra è già stato fatto, in associazione al relativo trattamento consigliato dal medico ci sono alcuni rimedi naturali consigliati dalle naturopate: gli stessi possono essere utilizzati per i bambini dai 3 anni in su e anche dagli adulti soprattutto per alleviare tutti quei fastidi che emergono durante la stagione delle allergie.

Ribes nero per decongestionare

Il ribes nero è una pianta che ha la stessa azione del cortisone, antinfiammatorio naturale e decongestionante per le vie nasali. In moltissimi casi il pediatra infatti, consiglia una cura a base di farmaci naturali con estratto di questo frutto con somministrazione personalizzata a seconda dell’età e peso del bambino.

Il gammoderivato deve quindi essere richiesto e prescritto dal medico di fiducia ed è molto efficacie per decongestionare naso, occhi e gola diminuendo starnuti e rendendo il proprio sistema immunitario molto più forte.

Visto che il ribes nero presenta un sapore molto gradevole è possibile preparare degli ottimi succhi di frutta (spremute) per il proprio bambino, senza incorrere a nessuna controindicazione, anche come prevenzione alle allergie della primavera.

Pompelmo, aloe e acqua termale

Le professioniste del settore naturale, consigliano anche di somministrare – dagli otto anni in poi – alcuni spray a base di ingredienti totalmente naturali che aiutano il nasino del proprio bambino ad essere liberato. Questi spray naturali hanno al loro interno acqua termale con aggiunta di aloe – pompelmo – ribes nero.

Ognuno di questi ingredienti hanno un’azione diretta lenitiva, purificante ed antibatterica con aggiunta di protezione antivirale, che mixati insieme possono donare sollievo immediato e garantire una convivenza tranquilla con l’odiosa allergia.

Anche in questo caso è preferibile chiedere consiglio al proprio pediatra prima di utilizzare gli spray per il proprio bambino.

Betulla – Rosa Canina e Malva

Questi tre ingredienti naturali sono di norma reperibili in gocce soprattutto per rendere la somministrazione molto più facile e veloce e rappresentano un valido rimedio antibatterico, antivirale, calmante e decongestionante.

Secondo gli esperti queste gocce non hanno limiti ferrei di età (ma pur sempre dai tre anni in su) e non comportano alcuna controindicazione: il consiglio però è sempre lo stesso, ovvero quello di chiedere al proprio pediatra di fiducia cosa ne pensa e se ne consiglia l’utilizzo.

Allergie di primavera e bambini: i rimedi naturali

A proposito di malva e rosa canina: questi due ottimi ingredienti naturali, possono essere somministrati come infuso per alleviare ogni sintomo fastidioso per la gola e tosse, senza zuccheri aggiunti, preferibilmente mattino e sera.

Allergie di primavera: consigli utili

Alcuni consigli utili e pratici possono aiutare i vostri bambini nel prevenire al meglio queste allergie e tenere a bada i picchi che si manifestano in alcuni mesi specifici:

  • verificare sempre la pulizia dei filtri di eventuali elettrodomestici per il riscaldamento o raffreddamento installati in casa;
  • evitare zone dove è stata appena tagliata l’erba;
  • proteggere gli occhi con occhiali da sole e fare impacchi di camomilla prima di andare a letto;
  • evitare – solo nel periodo delle allergie – campi fioriti, terreni incolti e boschi.

Questi sono alcuni consigli e raccomandazioni proprio per cercare di far affrontare al meglio questo fastidioso periodo dell’anno, ma – come ripetuto più volte – è necessario chiedere informazioni al proprio pediatra, in modo da ottenere una diagnosi corretta con relativo trattamento naturale.

I vostri bambini soffrono di allergia? Se si, come la trattate?

Fonte: donnamoderna.it  – Greenme.it

You Might Also Like

No Comments

E tu cosa ne pensi?

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei visitatori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.