Woman's Experiences

Asilo is The New Mutuo

2 maggio 2017
asilo-nido-prezzi-just4mom

Si lavora perché dobbiamo, perché “il lavoro nobilita l’uomo”, a qualcuna pare anche piaccia quel che fa ?, ma diciamocelo chiaramente: cosa lavoriamo a fare se poi tutto quello che guadagniamo lo diamo agli asili?


Ho visitato 4 asili nido negli ultimi tempi, di cui 2 pubblici e 2 privati, e la considerazione finale è:

Ma quanto cavolo costano sti asili?

Ma cosa ci vado a fare a lavorare se poi, alla fine della fiera, tutto il mio stipendio lo regalo a loro?

Ne ho visti di belli per carità: spazi esterni che manco alla Casa Bianca, mense che in cucina probabilmente c’è Cracco che sforna soufflè, metodi educativi che in confronto Mary Poppins “levate proprio”, però davvero ragazzi stiamo scherzando?

Asilo is The New Mutuo

Ho fatto i conti precisi di quanto mi costerebbero: ho compreso l’iscrizione, le mensilità, i buoni pasto (si, come a lavoro, ormai i bambini mangiano con i buoni pasto, nella speranza che, se poi un giorno te lo scordi, ci sia qualche altro bimbo che offra il suo ticket a tuo figlio ?), i “contributi una tantum” (che che tazzo sono poi me lo devono spiegare) e, alla fine, il meno caro mi viene a costare 300€ e il più caro 780.

Avete capito bene 780! E questo da 780 è davvero stupendo, adottano il metodo montessoriano di cui mi sono invaghita, parlano solo in inglese con insegnanti di madre lingua. Insomma è davvero una figata! Solo il pensiero che mia figlia a due anni torni a casa e mi dica “mom The pen is on the table” mi fa venire voglia di rinunciare per sempre a qualunque cosa per me. Mi impegnerei a non entrare più da Zara per il resto dei miei giorni se solo bastasse. Ma il punto è che quì non si parla di rinunciare allo shopping (capitolo fra l’altro già morto e sepolto sin dalla nascita ?), ma di scegliere fra l’inglese di mia figlia e fare la spesa.

Non scherziamo!

Al giorno d’oggi, quelle mamme fortunate che sono riuscite a tenersi il lavoro dopo la gravidanza, quanto devono guadagnare per mandare i figli all’asilo? Perché vorrei ricordare al pubblico che esistono anche mamme e papà single che possono contare necessariamente solo su un’entrata, come esistono genitori che fanno più di un figlio!
Visto che siamo in tema di scuola vi pongo un

PROBLEMA

Una mia amica, laureata in architettura, oggi insegnante al liceo, ha due gemelle. Se guadagna 1200€ (non so con esattezza quanto guadagni ma immagino pressappoco così) e deve mandare le sue bambine all’asilo quanto pensate le rimanga per vivere? Come paga l’affitto? Le bollette? Come fa la spesa? Ve lo dico io non la fa!

Viviamo in un paese in cui non solo non abbiamo il diritto di scegliere di far apprendere ai nostri figli l’inglese sin da piccoli, ma praticamente non abbiamo più nemmeno il diritto di fare la spesa!
Per non parlare poi che è risaputo che i bambini all’asilo prendono il raffreddore un giorno si e l’altro pure per cui, per poter andare a lavorare, abbiamo anche bisogno di una tata che, chiamata all’ultimo momento, si presenti a casa per tenerci il figlio malato e che ci costa magari 10 € l’ora!
Insomma, sono quì con brochure e calcolatrice a fare questi conti ed il risultato è uno sconforto a mille zeri.

Lo sconforto al pensiero di far crescere mia figlia ad altri per poter continuare una carriera per la quale ho tanto studiato e lottato e di cui adesso, per forza di cose, non me ne importa più niente.

Asilo is The New Mutuo:

Il mutuo è il contratto con il quale la banca ci consegna una determinata quantità di denaro e noi ci obblighiamo a restituire altrettanto denaro + gli interessi + la nostra felicità.
#civorrebbeziopaperone

Laura

You Might Also Like

6 Comments

  • Reply Priscilla 2 maggio 2017 at 17:27

    Hai proprio ragione! Anche io avevo messo gli occhi su un asilo nido come il tuo stupendo con l’aggravante che è anche lontano…Ovviamente è stato bello sognare, ma se i soldi mancano bisogna trovare altre soluzioni più alla nostra portata che non sono necessariamente peggiori. O almeno ci autoconvinciamo che non lo siano. 😉
    Forza Laura!

    • Just4Mom
      Reply Just4Mom 4 maggio 2017 at 21:59

      Per forza! 🙁

  • Reply Claudia Muzic 27 agosto 2018 at 13:45

    Nel mio comune, ma penso in tutti gli asili pubblici, si paga in base all’isee, quindi in base a reddito e possibilità. Da 50 a 500 euro. Devo dire che per arrivare alla massima non serve un reddito così alto (basta un isee da 25000 euro, badate bene che l’isee non è il reddito ma è un valore che si ricava anche da altre condizioni) però di fatto anche chi guadagna 10.000 euro all’anno può mandare il figlio al nido, e parliamo di un servizio di altissimo livello.

    • Just4Mom
      Reply Just4Mom 4 settembre 2018 at 9:49

      Non in tutti i comuni però purtroppo è così.
      Si arriva a cifre decisamente più alte e per redditi più bassi. Se poi di figli ne hai due ciaone 🙁

      • Just4Mom
        Reply Just4Mom 10 ottobre 2018 at 12:44

        Lo so bene. E’ veramente assurdo!

    • Just4Mom
      Reply Just4Mom 10 ottobre 2018 at 12:45

      Si, siamo d’accordo, ma in molte regioni e città d’Italia anche chi non ha redditi stellari paga più di quanto non possa permettersi, purtroppo.

    E tu cosa ne pensi?

    Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei visitatori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.