Elena Santarelli:”Mai lucrato sul tumore di mio figlio!”

by Just4Mom

Elena Santarelli, opinionista fissa di “Italia Sì!”, il programma di Rai Uno condotto da Marco Liorni, qualche giorno fa ha deciso di approfittare per parlare chiaramente con il pubblico e di denunciare gli haters che la perseguitano ormai da tempo.


Come sappiamo purtroppo Giacomo, il figlio della showgirl combatte con un tumore cerebrale, notizia che, da quando la Santarelli ha deciso di svelare, non le ha portato solo solidarietà. Secondo molti, il mostrarsi sorridente in alcune foto e continuare a lavorare nel mondo dello showbiz, sarebbe “indecente” e per questo, praticamente tutti i giorni Elena viene insultata e criticata pesantemente.
Non ho mai lucrato sul tumore di mio figlio. Sono una mamma di 37 anni, con due meravigliosi bambini. Da un anno e due mesi tengo strettissima la mano di mio figlio per accompagnarlo in una battaglia che non è solo la mia, ma quella di tante famiglie in tutto il mondo. A mio figlio è stato diagnosticato un tumore cerebrale. A parte la tristezza e il senso di vuoto dei primi mesi, con mio marito e la mia famiglia abbiamo affrontato questa lotta con tanta forza e con il sorriso. Mi ritengo fortunata nonostante tutto. Ma ogni sabato, da quando ho ripreso a lavorare, sono presa di mira dagli haters: sono persone che odiano, non che invidiano o sono gelose, che odiano semplicemente. Persone per cui è facile andare a insultare nella pagina di un personaggio famoso. Quale sarebbe la mia colpa? Quella di essere una cattiva madre? Di lasciare a casa mio figlio perché vengo a lavorare qui tutti i sabati? Oppure mi dicono di aver spettacolarizzato la situazione. Io non ci sto. Non ho mai spettacolarizzato la situazione di mio figlio. Anzi, ho prestato il mio volto per aiutare la ricerca e i risultati sono arrivati. Sono la madrina del progetto HEAL e i risultati sono arrivati: ci sono state donazioni di tutti tipi, anche fino a 60mila euro”, ha voluto precisare Elena Santarelli.

Elena-santarelli-figlia-greta-mamme-vip-mamme-blogger-just4mom
Non ho mai fatto vedere la foto di mio figlio senza capelli, sarebbe stato troppo facile! Non sono mai andata in televisione a piangere dalla mattina alla sera. Sono andata una volta per fare chiarezza e spiegare e ho fatto un’intervista al Corriere della Sera e sempre comunque per aiutare la ricerca, quando Bobo Vieri ha sposato la nostra ricerca. Se non promuovo io questa iniziativa, chi dovrebbe farlo? Sono convinta di essere una bravissima mamma come ce ne sono tante lì fuori, sono stanca di sentirmi dire con parole pesanti come ‘poco di buono’, per dirne una, o di non andare a lavorare per stare con mio figlio. Sono mesi ormai. Non bisogna ignorare questi commenti. Non ho mai lucrato sulla malattia di mio figlio e si può controllare. Ci sono persone cui l’ho spiegato e qualcuno ha chiesto scusa. Poi ci sono gli odiatori peggiori che credono di sapere tutto” aggiunge ancora la showgirl.
Ho altro a cui pensare in questo momento, ma mi sono segnata tutti i messaggi in questione. Non serve cancellare, perché ho tutti gli screenshot. I miei haters li porterei con me a vedere il reparto dell’oncologia. E poi la cosa peggiore è che questi commenti ricevono molti like e alcuni di questi sono fatti da mamme coi bambini in braccio. Ma come possono?” conclude la Santarelli.
E’ la prima volta che la showgirl parla così apertamente al pubblico, manifestando tutta la sua disapprovazione e la stanchezza nei confronti di questi attacchi, che le fanno male e non comprende soprattutto quando si rende conto che arrivano da altre madri che invece dovrebbero sostenerla e darle coraggio al posto di giudicarla così pesantemente.
Non esclude infatti la possibilità di sporgere formale denuncia contro gli haters, confortata dal vice questore della Polizia Postale Barbara Strappato, che fa sapere che le forze dell’ordine si adoperano tutti i giorni per rintracciare queste persone e tutelare i diritti di chi viene bersagliato pubblicamente.
Laura

Possono piacerti anche...

Lascia un Commento

Questo sito Web utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa.  Accetto Leggi Tutto